Ciambella alla vaniglia

Ciambella-alla-vaniglia-ricetta-parliamo-di-cucina

Profumatissima e leggera, la ciambella alla vaniglia è un dolce facile, ottimo per la prima colazione o da servire con il tè.

La ricetta della ciambella alla vaniglia è semplice e alla portata di tutti e riesce sempre bene: anche chi è un principiante alle prime armi e non ha dimestichezza con impasti e cottura in forno può preparala senza problemi. Le sole regole da seguire sono l’estrema freschezza e l’alta qualità degli ingredienti, perché fanno davvero la differenza. Potete anche aggiungere all’impasto della ciambella alla vaniglia 30 g di uvetta, messa bagno nel liquore per almeno 1 ora, poi sgocciolata e leggermente infarinata per non farla cadere sul fondo della torta, oppure canditi misti (sempre infarinati), frutta secca come prugne o albicocche tagliate a pezzetti, gocce di cioccolato e così via. Per un presentazione più scenografica e per renderla ancora più golosa, servite la ciambella alla vaniglia con crema inglese, panna montata, gelato, composta di frutta, cioccolato fuso, fragole, lamponi, frutta di stagione e così via…

Per 6-8 persone

200 g di farina 00

150 g di ricotta freschissima

100 g di amido di mais (Maizena)

100 g di burro

3 uova

150 g di zucchero

1 baccello di vaniglia

8 g di lievito vanigliato per dolci (1/2 bustina)

zucchero a velo vanigliato

sale

Lavorate la ricotta in una ciotola oppure setacciatela per ammorbidirla. Montate in un’altra ciotola le uova con lo zucchero e un pizzico di sale fino a ottenere un composto chiaro e spumoso, poi aggiungete la ricotta. Incidete il baccello di vaniglia, nel senso della lunghezza, ricavate la polpa interna con i semini, grattandola con un coltellino e unitela al composto.

Setacciate insieme la farina con l’amido di mais e il lievito e incorporate il mix a pioggia al composto di uova e ricotta in 2-3 volte, continuando a mescolare. Lavorate bene l’impasto della ciambella alla vaniglia per qualche minuto.

Versate il composto ottenuto in uno stampo a ciambella di 24 cm di diametro, imburrato e infarinato, e cuocetelo in forno già caldo a 180 °C per circa 45 minuti. Servite la ciambella alla vaniglia tiepida oppure fredda, spolverizzata con zucchero a velo.

(immagine:forgetthosecalories.blogspot.com)

Semifreddo di castagne alla vaniglia

Semifreddo-di-castagne-alla-vaniglia-ricetta-parliamo-di-cucina

Dessert raffinato ed elegante – non a caso i francesi lo chiamano parfait – il semifreddo di castagne è l’ideale da offrire alla fine di un pranzo a base di piatti invernali, troppo ricchi per sopportare un dolce a base di farine.

 

Se volete arricchire il semifreddo di castagne, potete aggiungere al composto 150 g di marrons glacés spezzettati. Per servirlo, potete spolverizzarlo con cacao amaro oppure accompagnare con purea di cachi frullati, panna montata, cioccolato fuso, confettura di castagne o decorare il semifreddo di castagne con marrons glacés interi e violette candite.

 

Per 6 persone

250 g di castagne già lessate e spellate (fuori stagione usate quelle sottovuoto oppure le surgelate)

2 dl di latte

180 g zucchero

2 uova

3 dl di panna

½ baccello di vaniglia

succo di limone

sale

 

1. Portate a ebollizione in un pentolino il latte con un pizzico di sale il baccello di vaniglia, inciso nel senso della lunghezza. Unite le castagne e cuocete per circa 20 minuti a fiamma bassa, finché il latte sarà quasi completamente assorbito e le castagne saranno morbide. Eliminate la vaniglia, unite 2 cucchiai di zucchero, mescolate, lasciate intiepidire e passate tutto al mixer.

2. Montate i tuorli con lo zucchero rimasto finché saranno ben densi e spumosi, poi aggiungete la crema di castagne, a cucchiaiate, mescolando delicatamente con un movimento dal basso verso l’alto. Montate gli albumi a neve con qualche goccia di succo di limone e incorporateli alla crema, poco per volta, mescolando allo stesso modo per non smontare il composto. Montate infine la panna ben fredda e unitela al composto sempre con la stessa tecnica.

3. Versate il composto ottenuto nelle coppette oppure in uno stampo rettangolare di circa 1,2 l di capacità, foderato con pellicola. Livellate le superfici, coprite con un foglio di pellicola o di alluminio e mettete in freezer per almeno 12 ore. Estraete dal frigorifero il semifreddo di castagne qualche minuto prima di gustalo e decorate a piacere. Se avete usato lo stampo, sformatelo aiutandovi con la pellicola e servite il semifreddo di castagne alla vaniglia a fette.

 

 

(immagini:cantalblog.canalblog.com)