Delicatamente cremosa e profumata con gli odori dell’orto. La vellutata di lenticchie rosse e zucca alla curcuma è una deliziosa esplosione di sapore. In realtà, non è una vera e propria vellutata, in quando è fatta di soli ortaggi, senza farina, ma la consistenza che si forma fra la texture dei legumi e la densità dell’amido della patata e della zucca la rende così consistente che la sensazione è proprio quella. Oltre al profumo speziato, la curcuma rafforza poi anche la calda e benefica tonalità solare della zuppa.

Caldo comfort food

Facilissima da preparare, la zuppa di lenticchie rosse e zucca alla curcuma non ha bisogno di lunghe ore di ammollo, ma basta una cottura di circa 1 ora e le lenticchie sono pronte. Puoi aggiungere anche altre spezie come cumino, coriandolo, sumac e così via, e utilizzare il curry al posto della curcuma. Anche il prosciutto è solo un’interpretazione: se non mangi carne, puoi condirla con 1 cucchiaio di yogurt greco, magari spolverizzato con paprika affumicata, per conservare questo gusto interessante, oppure gustarla totalmente nature, senza altri condimenti.

Ricetta della vellutata di lenticchie rosse e zucca

Per 4 persone

300 g di lenticchie rosse decorticate

200 g di polpa di zucca farinosa

100 g di  patata

1 carota

1 porro

2 foglie d’alloro

1 scalogno

1 cipolla dorata piccola

brodo vegetale

1 spicchio d’aglio (facoltativo)

1 cucchiaio di curcuma

80 g di prosciutto affumicato di Praga (facoltativo)

100 g di pane casereccio

semi di sesamo nero

olio extravergine di oliva

sale e pepe

Preparazione 20 min, cottura 1 h

Pulisci la cipolla, lo scalogno e il porro, scartando la parte verde, trita tutto e fallo appassire in una casseruola a fiamma bassa con un filo d’olio, 3 cucchiai d’acqua e un pizzico di sale per 3-4 minuti.

Aggiungi l’alloro, la carota, la zucca e la patata, spellate e tagliate a pezzetti, e fai insaporire. Versa circa 2 litri di brodo, unisci le lenticchie sciacquate, copri e porta a ebollizione. Schiuma leggermente il brodo quando arriva all’ebollizione, mescola e prosegui la cottura a fiamma bassa per circa 50 minuti, con il coperchio scostato e mescolando di tanto in tanto.

Nel frattempo, taglia a dadini il pane e rosolali in una padella con un filo d’olio e un pizzico di semi di cumino, mescolando per 3-4 minuti, finché saranno dorati. Riduci a striscioline il prosciutto e fallo saltare in un padellino per 2-3 minuti.

Lascia leggermente intiepidire la preparazione, elimina l’alloro e frulla tutto con il mixer a immersione in modo da ottenere un composto cremoso. Riscalda la zuppa al limite dell’ebollizione, poi servila decorando i piatti con fettine di prosciutto affumicato, i crostini tostati e un filo d’olio.

Ti potrebbe interessare anche:

Vellutata di piselli secchi

Vellutata di zucca agli aromi

Borsch ucraino vegetariano alla barbabietola 

Foto Freepik