La colomba di torta paradiso è un’idea facile da preparare in casa, ed è perfetta per il pic nic di Pasquetta. La ricetta di questo dolce soffice e delicato ha antiche origini lombarde e la leggenda dice che sia stata inventata da un frate della Certosa di Pavia che la propose ai confratelli che, colpiti della bontà del dolce, la chiamarono la Torta del Paradiso.

La colomba per il pic nic di Pasquetta

Nel 1878 il pasticcere pavese Enrico Vigoni, titolare e fondatore della Pasticceria Vigoni, che tuttora esiste nel centro di Pavia ed è uno dei locali storici d’Italia, codificò la ricetta della torta paradiso facendola diventare famosa in tutta la penisola italiana e il dolce resta tuttora uno dei cavalli di battaglia della pasticceria. La torta ottenne un premio a Roma nel 1888 e divenne nota soprattutto grazie all’Esposizione internazionale di Milano del 1906. Questa naturalmente non è la ricetta professionale, che resta segreta, ma una delle tante versioni casalinghe che ogni famiglia custodisce gelosamente. L’uso della farina 0 (zero) non è un refuso, ma un vecchio trucco delle nonne pavesi: il sapore è ancora più gradevole, provare per credere!

Ricetta della Colomba di torta Paradiso

Per 10 persone

160 g di fecola di patate

100 g di farina 0

240 g di burro

180 g di zucchero a velo vanigliato

3 uova

3 tuorli

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

1 cucchiaino di acqua di fiori d’arancio

1 arancia non trattata

3 cucchiai di succo d’arancia

16 g di lievito vanigliato

sale

Per la glassa:

50 g di farina di mandorle

100 g di zucchero a velo

2-3 albumi

1 cucchiaio di miele

70 g di mandorle a scaglie

Preparazione 30 min, cottura 50 min

Per la copertura, metti a bagno le scaglie di mandorle per circa 30 minuti in acqua fredda (così non bruceranno in cottura). Poi trasferiscile su carta assorbente da cucina ad asciugare.

Monta il burro ammorbidito a temperatura ambiente con lo zucchero a velo e un pizzico di sale fino a ottenere un composto cremoso. Sbatti in una ciotola le uova e i tuorli con il sale e uniscile al mix di burro e zucchero.

Sempre mescolando, aggiungi la fecola setacciata con la farina e il lievito. Infine, unisci la vaniglia, la scorza del limone grattugiata e il succo (unendone 1 cucchiaio in più se l’impasto è troppo denso), mescolando fino a ottenere un composto omogeneo. Versa il composto in uno stampo a forma di colomba (di metallo, silicone o monouso di cellulosa da 1 l di impasto), imburrato e infarinato, e scuotendolo per eliminare l’eccesso.

Per la glassa, mescola la farina di mandorle con 120 g di zucchero a velo e un cucchiaino di miele, poi aggiungi albume fino a ottenere una crema fluida. Versa glassa preparata sulla superficie del dolce, stendendola delicatamente in modo uniforme, poi distribuisci sopra le scaglie di mandorle.

Cuoci la colomba paradiso in forno già caldo a 170° per circa 50 minuti. Se dopo 30 minuti, vedi che si scurisce troppo, coprila con un foglio d’alluminio. Sfornala, disponila su una gratella a raffreddare completamente. Possibilmente lasciala riposare per almeno 6 ore, meglio ancora 24 ore. Servila, a piacere, spolverizzata con pochissimo zucchero a velo.

Ti potrebbe interessare anche: Colomba come in pasticceria

Ti potrebbe interessare anche: La colomba fai da te

E anche: Pastiera napoletana alla crema

Foto Freepik