E’ la stagione degli asparagi

asparagi-parliamo-di-cucina

Saporiti e stuzzicanti, gli asparagi sono in piena maturazione da marzo a giugno. Ottimi semplicemente lessati o cotti al vapore, sono un ingrediente ideale per piatti raffinati o contorni veloci

 

Acquistate gli asparagi quando sono freschi e sodi, con le punte ben chiuse e turgide: più i gambi sono verdi, maggiore risulta la concentrazione di elementi nutritivi. Consumateli senza problemi anche se siete a dieta: gli asparagi sono molto poveri di calorie e carboidrati, ma ricchi di proteine vegetali, vitamine, acido folico e minerali. Ricordate che gli asparagi hanno anche leggere proprietà diuretiche.

Le varietà sono numerose: l’asparagina è la specie botanica originale che cresce spontanea e selvatica e si raccoglie nelle radure e nei boschi. Ci sono poi gli asparagi bianchi, diffusi soprattutto nel Veneto, mentre gli asparagi verdi sono la variante più diffusa nei mercati. Per entrambi, sono numerose le classificazioni locali e i riconoscimenti Dop e Igp: Bassano, Cimadolmo, Badoere, Altedo, ecc.

Per pulirli, eliminate la parte inferiore legnosa del gambo, tagliandola via con un coltellino: disponete gli asparagi allineati sul tagliare quando li rifilate, in modo che abbiano tutti la stessa lunghezza. Spellate la parte inferiore dei gambi con un pelapatate o raschiatela via con un coltellino, partendo dalla metà, per eliminare la parte più coriacea della buccia.

Due i metodi di cottura. Al vapore: legate a fascina 6-7 asparagi per volta con spago da cucina, dopo averli ben lavati sotto l’acqua corrente ma senza lasciarli a bagno, poi disponeteli in piedi nell’apposita pentolina stretta e alta con cestello estraibile e con poca acqua in leggera ebollizione e cuoceteli per 5-6 minuti. Se non avete l’asparagera, va bene anche il cestello per cottura al vapore. Un altro metodo di cottura, soprattutto se preferite conservare agli asparagi il color verde brillante, consiste nella sbianchitura: tuffateli in una pentola con abbondante acqua bollente salata, cuoceteli per 2-3 minuti poi sgocciolateli e immergeteli subito in una ciotola con acqua fredda e ghiaccio. Lasciateli riposare 5 minuti, poi cuoceteli ancora 2-3 minuti, se li usate come contorno, oppure separate le punte e frullate i gambi, se preparate un risotto.

 

(immagine:acoeuretacris.centerblog.net)

E’ la stagione degli asparagi ultima modidfica: 2014-02-18T15:19:49+00:00 da Edoardo Pistoglia