Sciroppo-di-fiori-di-sambuco-ricetta-parliamo-di-cucina

Lo sciroppo di fiori di sambuco è una specialità tipica delle regioni del nord Italia, dell’Alto Adige soprattutto, e dei paesi germanici, che si prepara in primavera e si gusta durante l’estate. Fioritura tipica del mese di maggio, il sambuco è una pianta spontanea dagli alti  cespugli con grandi ombrelli dai profumatissimi fiorellini bianchi, ed è diffusa in quasi tutto il territorio nazionale.  

Squisito aroma floreale

Raccogli gli omgrelli del sambuco in luoghi lontani dall’inquinamento, preferibilmente ai margini dei campi o lungo i corsi d’acqua. Le bacche del sambuco si formano più tardi, verso fine agosto e si possono utilizzare per fare un’ottima confettura. Lo sciroppo invece, imbottigliato e sterilizzato, si conserva in un luogo fresco e buio. E’ un ottimo rinfrescante: gustalo con acqua e ghiaccio come bevanda estiva oppure prepara il famoso cocktail Hugo: mescola nel misurino 1/3 di sciroppo di sambuco e 2/3 di spumante o di Prosecco. Se ti piace unisci uno spruzzo di seltz e servi profumando con scorzette di limone e foglie di menta.

Ricetta dello sciroppo di fiori di sambuco

Per circa 1,25 litri di sciroppo

15 cime di fiori di sambuco fiorite

1 kg di zucchero

1 limone non trattato

1 litro di acqua pura o minerale

25 g di acido citrico (in farmacia)

Preparazione 30 min, cottura 5 min + riposo

Scuoti delicatamente i fiori per eliminare eventuali impurità e piccoli insetti. Elimina i rami più grossi che reggono gli ombrelli, poi sciacqua bene le infiorescenze e mettile ad asciugare all’aria su un telo o carta assorbente.

Porta a ebollizione l’acqua in una pentola, aggiungi lo zucchero, poi cuoci per 3-4 minuti mescolando, finché quest’ultimo si sarà completamente sciolto.

Spegni, unisci i fiori di sambuco e i limoni tagliati a fettine, copri e lascia in infusione per 2 giorni in frigorifero, per evitare che il liquido possa fermentare.

Filtra il liquido, incorpora l’acido citrico, riporta a ebollizione e cuoci ancora per 2 minuti, mescolando. Versa lo sciroppo di sambuco molto caldo dentro bottiglie di vetro sterilizzate, chiudi, rovesciale e lasciale raffreddare. Riponile in luogo fresco e buio. Una volta aperta, la bottiglia si conserva in frigorifero.

Ti potrebbe interessare anche: Lo sciroppo di rose

Ma anche: Liquore all’uovo superenergetico (con i gusci)

E anche: Tutto l’aroma del mirtillo selvatico