Il Casatiello napoletano con salumi e formaggi è una specie di torta salata rustica, tipica del periodo pasquale. Piatto di origine antichissima che si perde nella notte dei tempi e ricco di simbologie religiose (l’uovo rappresenta la Resurrezione), è simile al tòrtano, altra ciambella di origine campagnola, che ha però le uova sode a fettine inserite nel ripieno.

Focaccia rustica di tradizione

Le varianti della ricetta sono tantissime, quasi ogni famiglia possiede la sua versione, tramandata da generazioni, e la scelta degli ingredienti può variare per tutti i possibili salumi e formaggi. Il casatiello spesso si gusta alla mattina, come spuntino, oppure si serve a tavola come antipasto, ma anche è perfetto per il pic nic di Pasquetta. Si può ben dire che a Napoli non esiste Pasqua senza il casatiello e la pastiera.

Ricetta del casatiello napoletano con salumi e formaggi

Per 10 persone

600 g di farina 00

3-5 uova

60 g di parmigiano reggiano grattugiato

60 g di pecorino romano grattugiato

100 g di salame napoletano a dadini

100 g di provolone piccante a dadini

20 g di zucchero

35 g di lievito di birra fresco

200 g di strutto o burro

sale e pepe

Preparazione 40 min, cottura 1 h + riposo

Sciogli in una ciotola ampia il lievito con lo zucchero in 100 ml di acqua tiepida. Aggiungi 50 g di farina e 5 g di zucchero, poi mescola fino a ottenere un composto morbido e omogeneo. Copri con un telo e lascialo lievitare per circa mezz’ora in un luogo tiepido, finché il panetto sarà raddoppiato di volume.

Incorpora la farina rimasta al panetto lievitato, poi unisci lo strutto o il burro ammorbidito, il pecorino e il parmigiano grattugiati, lo zucchero rimasto e 200 ml di acqua tiepida, versandola a filo. Spolverizza con 1 cucchiaino scarso di sale e pepe, poi impasta gli ingredienti per 5-6 minuti, fino a formare una massa omogenea. Trasferiscila di nuovo nella ciotola, pratica un’incisone a croce sulla superficie e mettila a lievitare coperta con un telo per circa 2-3 ore.

Stacca 1/5 circa di impasto e tienilo da parte. Disponi l’impasto in uno stampo a ciambella da 28-30 cm di diametro unto oppure, se non lo possiedi, dividi l’impasto rimasto in 3 parti uguali e forma dei lunghi filoni. Intrecciali fra di loro, trasferiscili su una placca foderata con carta da forno e unisci le estremità, in modo da ottenere una ciambella. Lascia lievitare ancora per circa 1 ora.

Lava le uova, asciugale e sistemale sulla treccia, usandone da 3 a 5 a piacere ma sempre dispari, tenendole equidistanti fra loro. Forma dei cordoncini con l’impasto messo da parte e sistemali a croce sulle uova. Spolverizza con una macinata abbondante di pepe e cuoci il casatiello napoletano  in forno già caldo a 180° per circa 1 ora (o qualcosa in più), finché sarà dorato. Servilo, a piacere, tiepido o freddo.

Ti potrebbe interessare anche: Pastiera napoletana alla crema

Ti potrebbe interessare anche: Khachapuri georgiano, pizza al formaggio con l’uovo

E anche: Pizza di Pasqua al formaggio (crescia)

Ma anche: Pastiera alla milanese con riso e zafferano

Foto Freepik