Pavlova-ai-frutti-rossi-ricetta-parliamo-di-cucina

Dessert scenografico e goloso, la pavlova ai frutti rossi è una deliziosa meringa con panna e frutta fresca. La leggenda narra che questo dolce sia stato creato da un pasticciere australiano o neozelandese alla fine degli anni ’20 in omaggio alla celebre ballerina russa Anna Pavlova, che si trovava in tournée in quei luoghi.

Dolce a cucchiaio superfashion

La base della pavlova ai frutti rossi è un composto di meringa preparata però aggiungendo anche amido di mais e succo di limone (oppure aceto di mele), ingredienti che servono per rendere la pavlova morbida all’interno e croccante all’esterno. Per una migliore riuscita, prepara la meringa e la crema pasticcera la sera precedente e monta il dolce poco prima di servirlo. Tantissime sono le varianti della pavlova tradizionale. Per la meringa, puoi aggiungere 2 cucchiai di cacao o di tè verde per dare colore insolito; oppure, per una consistenza più croccante, 80 g di farina di mandorle. Per farcirla invece, puoi utilizzare frutta fresca di stagione a pezzetti o frutta secca, usare panna montata sola, ma anche mescolarla con lemon curd, crema di marroni o confettura a piacere, oppure usare crema di mascarpone e naturalmente tutto quanto suggerisce la fantasia.

Ricetta della pavlova ai frutti rossi

Per 8 persone

Per la meringa:

4 albumi (circa 120 g)

100 g di zucchero semolato

140 g di zucchero a velo vanigliato

amido di mais

1 cucchiaino di succo di limone

burro

Per la crema diplomatica:

3 tuorli

250 ml di latte

50 g di zucchero

25 g di farina 00

200 ml di panna fresca

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia o la polpa di 1/2 baccello

sale

Per decorare:

300 g di frutti rossi misti, fragole, lamponi, ribes, ecc.

Preparazione 20 min, cottura 3 h, riposo

Disegna con la base di uno stampo a cerniera o un piatto un cerchio di circa 22 cm di diametro su un foglio di carta da forno. Disponilo capovolto sulla placca, spennella il cerchio con un velo di burro e poi spolverizzalo con un velo di amido di mais.

Monta a neve gli albumi con il succo di limone, poi incorpora gradualmente a pioggia gli zuccheri, mescolati insieme con 2 cucchiaini di amido di mais setacciato. Trasferisci gradualmente con una spatola il composto sul cerchio imburrato, formando un leggero incavo al centro e lasciando i bordi più alti.

Cuoci la meringa in forno già caldo a 100-120° per circa 2 ore e 30 minuti, finché sarà soda e croccante. Lasciala raffreddare completamente nel forno spento, poi falla riposare per almeno 6 ore oppure, meglio ancora, preparala il giorno precedente.

Per la crema pasticcera, monta i tuorli con lo zucchero in un pentolino con un pizzico di sale e la vaniglia, incorpora la farina setacciata, diluisci con il latte caldo e prosegui la cottura per circa 8-10 minuti, mescolando in continuazione finché la crema si addenserà. Copri con una pellicola a contatto e lasciala raffreddare, poi conservala in frigorifero. Anche questa puoi prepararla il giorno precedente.

Prima di servire, metti una ciotola (meglio se di metallo) a raffreddare in freezer per almeno mezz’ora. Versaci la panna ben fredda e montala con la frusta elettrica, poi mescolala immediatamente con la crema pasticcera fredda e distribuisci il composto al centro della meringa. Guarnisci la pavlova con i frutti rossi e servila subito.

Ti potrebbe interessare anche: Torta meringata al limone

Ti potrebbe interessare anche: Saint-Honoré ai lamponi

Ma anche: Meringhe croccanti