Mousse di cannellini al tonno

mousse_tonno_cannellini

La mousse di cannellini al tonno è una ricetta facilissima e saporita. Perfetta da spalmare su bruschette o fette di pane tostato e da gustare per l’aperitivo come finger food o come antipasto, con crackers e grissini.

Se vi piace, unite nel mixer 1/2 spicchio d’aglio spellato e pestato nel mortaio o con l’apposito attrezzo, aggiungerà un tocco più intenso al sapore. A piacere, provate anche la variante con filetti di sgombro sott’olio e basilico o finocchietto come erba aromatica. Per arricchire la mousse di cannellini al tonno, potete anche aggiungere alla crema frullata uvetta ammorbidita e pinoli, oppure mandorle tritate e pomodori secchi sminuzzati.

Per 4  persone

1 barattolo di fagioli cannellini (peso sgocciolato 240 g)

100 g di tonno sott’olio (peso sgocciolato)

1 cipollotto piccolo

1 limone non trattato

2 rametti di timo

2 rametti di maggiorana

olio extravergine di oliva

sale e pepe

Scolate i fagioli e sciacquateli rapidamente sotto acqua fredda, poi lasciateli sgocciolare. Ricavate le foglioline di timo e maggiorana, tenendone un po’ da parte per decorare. Eliminate le radichette, la guaina esterna e la parte verde del cipollotto, poi affettatelo.

Trasferite i fagioli nel recipiente del mixer, unite il cipollotto, le foglioline del timo e della maggiorana, il succo del limone spremuto e filtrato, un pizzico di sale e un’abbondante macinata di pepe, 3-4 cucchiai d’olio e frullate, fino a ottenere una crema densa. Se la preferite più morbida aggiungete 1-2 cucchiai d’acqua.

Sgocciolate il tonno dall’olio di conservazione, spezzettatelo e unitelo nel mixer, poi frullate ancora, fino a ottenere una crema soffice, quindi  versatela  in una ciotola.

Coprite la mousse di cannellini al tonno con una pellicola e lasciatela  riposare per almeno 3-4 ore in frigorifero prima di servirla, decorando con foglioline di timo e di maggiorana.

(immagine:mariecuisine.canalblog.com)

Tartare di tonno con panzanella ai pistacchi

Tartare-di-tonno-con-panzanella-ai-pistacchi-parliamo-di-cucina

Tartare di tonno con panzanella ai pistacchi è una ricetta ispirata a quella dello chef Omar Allievi per American Pistachios.

La tartare di tonno può sostituire il primo in un pranzo tutto di pesce oppure, se la volete servire come antipasto, dimezzate le dosi e mettete in forma con un tagliapasta di 4-5 cm. Naturalmente leggerissima e poco calorica, la tartare di tonno può anche essere un piatto unico molto gustoso per chi è a dieta.

Per 4 persone

Per la tartare:

600 g di tonno pinna gialla freschissimo a fette grosse

50 g di carote

50 g di sedano verde

50 g di zucchina

50 g di barbabietola già cotta

50 g di cetriolo

50 g di pistacchi

50 g di pancarrè a cubetti

salsa di soia

olio extravergine di oliva

sale e pepe

Per la salsa di pistacchi:

100 g di pistacchi sgusciati e spellati

100 ml di olio extravergine di oliva

1 cucchiaio di aceto

sale e pepe

insalatine miste per servire

Per la salsa, frullate i pistacchi nel recipiente del mixer a immersione con l’olio, 100 ml d’acqua, l’aceto, sale e pepe. Pulite e tagliate a cubetti piccoli carota, sedano e zucchina. Tuffateli in una casseruola con abbondante acqua bollente salata, cuoceteli per 1-2 minuti, sgocciolateli e passateli sotto   acqua fredda, poi metteteli ad asciugare su carta assorbente da cucina.

Tagliate il pancarrè a cubetti piccoli, fateli dorare in padella con un filo d’olio e lasciateli raffreddare. Riducete a dadini molto piccoli la barbabietola, il cetriolo e i pistacchi. Metteteli in una ciotola, unite le verdure scottate e il pane, regolate di sale e pepe e mescolate.

Tritate il tonno a coltello e conditelo con un filo d’olio, salsa di soia, sale e pepe. Disponete un tagliapasta rotondo del diametro di 8 cm inumidito su un piatto e riempitelo con 1/4 di panzanella. Aggiungete 1/4 di tartare di tonno e compattate aiutandovi con il dorso di un cucchiaio.

Sfilate molto delicatamente lo stampo e ripetete l’operazione per altre tre volte. Disponete le insalatine miste sulla tartare di tonno, versate 1-2 cucchiai di salsa sul piatto e decorate con pistacchi interi.

Insalata russa con tonno e uova sode

Insalata-russa-con-tonno-e-uova-sode-ricetta-parliamo-di-cucina

L’insalata russa è un goloso antipasto di tradizione, molto facile da preparare, ideale da aggiungere a un buffet ricco e variato. Piacerà proprio a tutti.

L’insalata russa preparata con verdure fresche e maionese fatta in casa è assolutamente deliziosa e ha un sapore inimitabile, niente a che vedere con quella industriale: inoltre non contiene conservanti né altri ingredienti indesiderati. Questa ricetta è arricchita da tonno e uova sode, ma se vi piace potete realizzarla solo con gli ortaggi e, piacere, anche con la maionese vegana. Se preferite, potete anche servire l’insalata russa in porzioni individuali: inumidite un tagliapasta di 6-7 cm di diametro, disponetelo su un piattino, riempitelo con l’insalata russa preparata, compattatela schiacciandola leggermente con il dorso di un cucchiaio poi, sempre premendo con il cucchiaio, sfilate il tagliapasta e decorate la superficie con foglioline di prezzemolo o erba cipollina.

Per 4-6 persone

2 uova freschissime

500 ml di olio di semi di mais o di oliva (non extravergine)

succo di limone

aceto di vino bianco

2 patate

2 carote

100 g di fagiolini, freschi o surgelati

100 g di pisellini surgelati

1 cucchiaio di capperi sott’aceto

2 cetriolini agrodolci

2 uova sode

150 g di tonno sott’olio sgocciolato

sale e pepe

Per la maionese, versate l’olio nel recipiente graduato del mixer a immersione. Unite le uova, 4-5 g di sale secondo il gusto (circa 1 cucchiaino da caffè), pepe, 2 cucchiai di aceto bianco e 6 cucchiai di succo di limone. Immergete il frullatore e, tenendolo fermo sul fondo, frullate incorporando tutto l’olio, poi muovetelo lentamente su e giù, finché la maionese si sarà ben amalgamata. Chiudete e fate riposare in frigorifero per almeno 2 ore.

Sbucciate le patate e lavatele; spellate le carote, spuntatele e sciacquatele, poi tagliate entrambe le verdure a cubetti di circa 1 cm di lato. Pulite i fagiolini e tagliateli a pezzetti. Tuffate in abbondante acqua bollente salata, nella stessa pentola, tutte le verdure, una alla volta: cuocete prima le patate per circa 3 minuti, sgocciolatele con un mestolo forato e trasferitele ad asciugare su fogli di carta assorbente da cucina sovrapposti.

Riportate a ebollizione, lessate e sgocciolate allo stesso modo le carote (3-4 minuti), poi i fagiolini (4 minuti) e, infine, i pisellini (5 minuti). Per mantenere vivo il colore delle verdure, dopo averle scolate, passatele subito sotto un getto di acqua fredda corrente.

Mettete tutte le verdure preparate in una grande ciotola, unite le uova sode tritate, i capperi sciacquati e strizzati, i cetriolini tritati e il tonno sott’olio sbriciolato grossolanamente, aggiungete la maionese e mescolate con delicatezza. Coprite con una pellicola e fate riposare l’insalata russa con tonno e uova sode per almeno 3 ore in frigorifero prima di servire.

(immagine:olympichotelsochi.com)

Spaghetti al tonno

Spaghetti-al-tonno-ricetta-parliamo-di-cucina

Facilissimi e saporiti, gli spaghetti al tonno sono una ricetta veloce da preparare in pochi minuti.

 

Gli spaghetti al tonno sono un piatto classico della cucina dei principianti, è però sempre molto gradito e piace soprattuto ai bambini, che in questo modo si abituano al sapore del pesce. Potete preparare la ricetta anche senza pomodoro, soprattutto se la dovete improvvisare con gli ingredienti che ci sono in casa: utilizzate 2 cipolle, fatele appassire a fiamma bassa con un filo d’olio, aggiungendo gradualmente poca acqua o vino bianco finché saranno trasparenti, poi unite il tonno, il prezzemolo e il peperoncino e fate insaporire la pasta sgocciolata, mescolando. Per un gusto speciale, potete anche insaporire gli spaghetti al tonno con la scorza grattugiata di 1/2 limone.

 

Per 4 persone

320 g di spaghetti

200 g di tonno sott’olio (peso sgocciolato)

2 cipollotti

1 spicchio d’aglio

5-6 pomodori ramati o perini maturi

1 ciuffo di prezzemolo

olio extravergine di oliva

peperoncino in polvere

sale

 

1. Schiacciate lo spicchio d’aglio, spellatelo e tritatelo. Eliminate la guaina esterna, le radichette e la parte verde dei cipollotti e riduceteli a rondelle sottili. Tuffate per alcuni istanti i pomodori in una pentola con abbondante acqua bollente, sgocciolateli, raffreddateli sotto un getto di acqua fredda corrente e spellateli; divideteli a metà, eliminate i semi e tagliateli a pezzettoni. Disponete il tonno  in un colino per sgocciolarlo dall’olio di conservazione.

2. Fate appassire a fiamma bassissima in una grande padella antiaderente l’aglio e i cipollotti con 2 cucchiai di olio extravergine, 2-3 cucchiai di acqua e 1 pizzico di sale grosso, per circa 9-10 minuti finché saranno molto morbidi, mescolando di tanto in tanto e aggiungendo ancora pochissima acqua quando il fondo si asciuga. Alzate la  fiamma, unite i pezzi di pomodoro e 1 pizzico di peperoncino e proseguite la cottura per 4-5 minuti; regolate di sale e spegnete.

3. Portate a ebollizione abbondante acqua in una pentola, salate e cuocete gli spaghetti per il tempo indicato sulla confezione. Sgocciolate la pasta e trasferitela nella padella con il sugo, sotto la quale avrete riacceso il fuoco. Unite il tonno sbriciolato grossolanamente e fate insaporire mescolando per 1 minuto. Irrorate con un filo d’olio, spolverizzate con le foglie di prezzemolo tritato e servite gli spaghetti al tonno, decorando a piacere con olive nere e capperini dissalati.

 

(immagine:dailydish.co.za)

Involtini di pasta brick al tonno

Involtini-di-pasta-brick-al-tonno-ricetta-parliamo-di-cucina

Gli involtini di pasta brick al tonno sono una specialità mediorientale nata come cibo di strada, da acquistare agli angoli delle vie per fare uno spuntino veloce.

Gli involtini di pasta brick si possono trovare nei numerosi take away di cibi esotici anche in Italia, ma sono anche molto facili da preparare in casa, ottimi come secondo oppure come finger food per l’aperitivo. Per prima cosa, acquistate la brick, una pasta sottilissima come un velo che si trova surgelata nella catene di negozi che vendono prodotti etnici e nelle macellerie islamiche; eventualmente potete sostituirla con pasta fillo. Queste paste sono simili come aspetto e consistenza, la differenza sta nell’ingrediente di base: la fillo è preparata con farina, mentre la brick con semola di grano duro. Gli involtini di pasta brick si trovano anche nelle varianti farcite con formaggio feta e spinaci oppure con ragù di agnello.

Per 4 persone

16 fogli di pasta brick

250 g di tonno sott’olio o al naturale (peso sgocciolato)

4 uova

1 limone non trattato

1 ciuffo abbondante di prezzemolo

1 ciuffo di aneto

1 cipollotto

cumino in polvere

olio di semi di arachidi

sale e pepe oppure peperoncino

Scolate il tonno, poi trasferitelo su fogli di carta assorbente da cucina sovrapposti per eliminare più liquido possibile. Eliminate le radichette, la guaina esterna e la parte verde del cipollotto e tritatelo molto finemente con le foglie di prezzemolo e aneto.

Trasferite in una ciotola il tonno, il trito preparato, la scorza grattugiata e il succo del limone e un pizzico abbondante cumino. Incorporate le uova, mescolate bene gli ingredienti, poi regolate di sale e pepe o peperoncino.

Stendete sul piano di lavoro 8 doppi fogli di pasta brick sovrapposti, in senso perpendicolare davanti a voi. Disponete sul lato corto di ciascun doppio foglio 1/8 del composto di tonno, lasciando 2-3 cm di spazio sui lati esterni. Avvolgete per metà, ripiegate i lati verso l’interno e terminate di arrotolare.

Scaldate abbondante olio in una padella e friggete gli involtini di pasta brick al tonno, pochi per volta, circa 2 minuti per parte, finché saranno dorati. Sgocciolateli su carta assorbente da cucina e servite subito gli involtini di pasta brick al tonno ben caldi.

(immagine:le-mercredi-c-est-patisserie.blogspot.com)