Spaghetti-allo-scoglio-ricetta-parliamo-di-cucina

Gli spaghetti allo scoglio sono un primo di pesce goloso e ricco, che può essere anche servito come piatto unico perché è arricchito con gamberi, calamari e molluschi, un cibo particolarmente magro e proteico, ricco di sali minerali e vitamine. In estate, servi ai tuoi ospiti gli spaghetti allo scoglio con un calice di vino bianco secco ben freddo.

Il primo di pesce più goloso

Cozze e vongole devono essere acquistate ancora vive: controlla sempre bene le indicazioni e le date allegate alla confezione e accertati che provengano da allevamenti autorizzati. Conservale in frigorifero per il minor tempo possibile e scarta le conchiglie  crude che sono già aperte. Dopo la cottura invece, elimina quelle rimaste chiuse, perché vuol dire che erano già morte in precedenza e potrebbero non essere più buone.

Ricetta degli spaghetti allo scoglio

Per 4 persone

300 g di spaghetti

600 g di cozze oppure 300 g di cozze e 300 g di vongole

400 g di calamari piccoli

12 gamberi

250 g di pomodori ciliegini

1 cipollotto

2 spicchi d’aglio

vino bianco secco

1 mazzetto di basilico

olio extravergine di oliva

sale e pepe

Preparazione 30 min, cottura 20 min, riposo 3 h

Metti le vongole a bagno per almeno 2 ore in acqua fredda leggermente salata, cambiando l’acqua 2-3 volte ed eliminando ogni volta la sabbia, poi sciacquale sotto acqua corrente. Spazzola con una paglietta pulita le cozze sotto l’acqua. Elimina il bisso, il gruppo di filamenti che fuoriesce dalle valve, e sciacquale.

Rosola in una casseruola 1 spicchio d’aglio spellato e un filo d’olio, unisci le vongole e irrorale con 100 ml di vino. Copri, falle aprire a fiamma viva, poi trasferiscile in una ciotola. Filtra il liquido di cottura e tienilo da parte. Fai aprire le cozze con lo stesso procedimento e sguscia i 2/3 dei molluschi.

Sciacqua i calamari, elimina le pinne laterali, stacca i tentacoli dal corpo e togli gli occhi e il becco con le forbici; lava e svuota l’interno delle sacche rivoltandole come un guanto, elimina la pellicina scura dalle sacche, sciacquale e tagliale ad anelli di circa 1 cm di spessore. Taglia i tentacoli in 2-3 pezzi.

Rosola il cipollotto tritato nella padella con un filo d’olio. Aggiungi i calamari e fai insaporire, dopo 4-5 minuti irrora con 100 ml di vino bianco e lascialo evaporare. Unisci i pomodorini tagliati a metà e cuoci a fiamma media per circa 20 minuti, aggiungendo di tanto in tanto poco liquido di cottura dei molluschi, poi regola di sale. Sguscia i gamberi ed elimina il filetto nero con uno stecchino. Sciacquali, aggiungili nella padella con il sugo di calamari e prosegui la cottura per 1 minuto.

Cuoci intanto la pasta al dente in acqua bollente salata, sgocciolala e trasferiscila nella padella con il sugo. Unisci cozze, le vongole e 2-3 cucchiai di liquido di cottura dei molluschi caldo, mescola e fai insaporire per 1-2 minuti a fiamma media. Servi gli spaghetti allo scoglio, spolverizzando con abbondante pepe e guarnendo con foglie di basilico spezzettate.

 

Ti potrebbe anche interessare: Paella valenciana ai frutti di mare

Ti potrebbe anche interessare: Fregola con le vongole

Ti potrebbe anche interessare: Risotto con gamberi e pompelmo rosa sfumato al Campari

 

 

(immagine:russellskitchen.wordpress.com)