Fonduta-alla-valdostana-ricetta-parliamo-di-cucina

Squisita specialità regionale della Val D’Aosta, la fonduta di fontina alla valdostana si gusta di solito come antipasto, servita in piccole ciotoline con crostini, oppure al posto del primo piatto. Piace moltissimo anche ai bambini, è una ricetta facile da preparare, ma bisogna conoscere i segreti per ottenere un risultato perfetto.

Deliziosa crema di formaggio

Per preparare la fonduta solitamente si usa la fontina, formaggio di montagna tipico della Val d’Aosta, riconosciuto dal marchio Dop. Dolce oppure piccante ma sempre molto gustoso, ha la fondamentale caratteristica – da cui deriva anche il nome – che fonde già a 60°. In Piemonte la fonduta si serve con lamelle di tartufo bianco (per chi può permetterselo), oppure più democraticamente con funghi porcini a fettine, rosolati ma anche crudi. Al posto dei crostini di pane, puoi accompagnare la fonduta con fette di patate lessate oppure di polenta abbrustolita.

Ricetta della fonduta di fontina alla valdostana

Per 4 persone

500 g di fontina valdostana Dop

170 ml di latte fresco intero

farina o amido di mais

40 g di burro

4 tuorli

sale e pepe

 

Preparazione 10 min, cottura 15 min, riposo 2 h

Priva la fontina della crosta e tagliala a dadini. Disponila in una casseruola, meglio se di coccio, spolverizza con 1/2 cucchiaino di farina o di amido di mais, copri con il latte versandolo a filo e lascia riposare per almeno un paio d’ore.

Trasferisci la casseruola in una pentola bassa, riempita fino a metà con acqua in leggera ebollizione, unisci 40 g di burro e fai fondere la fontina su fiamma bassissima: fai attenzione a non mescolare il composto con movimenti rotatori, perché il formaggio filando potrebbe formare una palla di caseina e separarsi dal liquido, ma muovi invece il cucchiaio lentamente in senso orizzontale e dal basso verso l’alto.

Quando il composto sarà omogeneo, incorpora i tuorli, uno alla volta, continuando a mescolare ancora per alcuni istanti, finché la fonduta sarà cremosa. Suddividila subito nelle ciotole scaldate e servi la fonduta con crostini di pane tostato.

Ti potrebbe interessare anche: Gratin di finocchi alla fontina valdostana

Ti potrebbe interessare anche: Cordon bleu di pollo

Ti potrebbe interessare anche: Saltimbocca alla romana