Erbazzone-ricetta-parliamo-di-cucina

Deliziosa focaccia farcita tipica della cucina emiliana, l’erbazzone reggiano è una torta salata con verdure a foglia racchiuse in un involucro di pasta e cotta in forno. Classico spuntino all’ora di pranzo al posto del panino, merenda per i bambini o anche goloso snack per tutti. 

Dalla tradizione emiliana

Molto saporito e goloso, l’erbazzone è servito di solito come antipasto, ma in porzione abbondante e con un contorno di insalata può anche essere un perfetto piatto unico, oppure uno spuntino energetico. Con gli stessi ingredienti puoi preparare anche delle frittelle salate, ideali per accompagnare l’aperitivo: stendi la pasta in una sfoglia sottile, tagliala in grossi rettangoli, farciscili con il ripieno preparato, chiudili e friggili in abbondante olio di semi di arachidi. Se lo preferisci in versione vegetariana, sostituisci la pancetta con granella di noci o di mandorle tritata grossolanamente.

Ricetta dell’erbazzone reggiano

Per 6-8 persone

1 kg di erbette o bietole

400 g di spinaci

2 porri

100 g di pancetta o lardo a fettine

1 ciuffo di prezzemolo

80 g di parmigiano reggiano grattugiato

500 g di farina 00

30 g di burro cremoso

250 ml di acqua minerale frizzante

olio extravergine di oliva

sale e pepe

Preparazione 40 min, cottura 1 h + riposo

Versa la farina sulla spianatoia, metti al centro 6 cucchiai d’olio, il burro ammorbidito a temperatura ambiente e un pizzico di sale. Incorpora, man mano, l’acqua e continua a impastare fino a ottenere un composto elastico. Mettilo in una ciotola, copri con un telo e lascia riposare in luogo tiepido per circa 1 ora.

Rosola la pancetta tritata in una padella con un filo d’olio. Aggiungi il porro tritato e prosegui la cottura per 2-3 minuti. Unisci spinaci ed erbette tagliati a listerelle, copri e cuoci per una decina di minuti. Regola di sale e pepe, incorpora il parmigiano reggiano, mescola e fai insaporire il composto ancora per alcuni istanti, infine spolverizza con il prezzemolo tritato.

Dividi la pasta in 2 parti e stendile sottili con il matterello a uno spessore di circa 2-3 mm, in modo da formare 2 dischi di circa 30 cm di diametro, di cui uno leggermente più grande dell’altro. Disponi il maggiore dentro una tortiera bassa leggermente unta e stendi all’interno il ripieno.

Copri con il disco più piccolo, chiudi i bordi premendo bene i bordi e punzecchia la superficie dell’erbazzone con una forchetta. Cuocilo in forno già caldo a 180° per circa 45-50 minuti e servilo tiepido.

 

Ti potrebbe interessare anche: Torta di carciofi con prosciutto crudo e mentuccia

Ti potrebbe interessare anche: Torta al bacon, timo e cipollotti

E anche: Quiche di trota affumicata e spinacini