Cantucci-ricetta-parliamo-di-cucina

Grande classico della pasticceria regionale, i cantucci toscani sono conosciuti in tutto il mondo come deliziosi dolcetti da gustare in tanti modi, in particolare intinti nel Vin Santo. Facili da preparare anche in casa, puoi anche servirli con creme, budini e gelati. 

Biscottini tradizionali toscani

In realtà, un tempo erano chiamate cantucci solo le parti terminali dei filoncini di impasto cotti nel forno, che erano vendute a basso costo perché antiestetiche, mentre i biscotti veri e propri hanno sempre avuto il nome di Biscottini di Prato. L’invenzione di queste delizie, probabilmente ispirate ad antiche tradizioni locali, è attribuita al Biscottificio Antonio Mattei di Prato, che dal 1858 li produce e distribuisce quotidianamente, preparati freschissimi nel tipico sacchetto di carta azzurra.

Dolci versatili

Gusta i cantucci anche con crema inglese, salsa alla vaniglia e al cioccolato, budini e vini passiti come il Vin Santo toscano. A piacere, puoi utilizzare i cantucci sbriciolati grossolanamente per guarnire crema di ricotta, zabaione o mascarpone, macedonie e quant’altro ti suggerisce la fantasia…

Ricetta dei cantucci o biscottini di Prato

Per circa 40 pezzi

250 g di farina 0

125 g di zucchero

125 g di mandorle non spellate

2 uova

25 g di burro

100 ml di Vin Santo

1 limone non trattato

8 g di lievito per dolci (1/2 bustina)

sale

Preparazione 30 min, cottura 30 min

Setaccia la farina con il lievito in una ciotola, mescolala con lo zucchero e un pizzico di sale e versala a fontana sul piano di lavoro. Forma un incavo al centro e mettici il burro freddo tagliato a pezzetti, le uova, la scorza grattugiata del limone e 2 cucchiai di Vin Santo, poi lavora con le mani, fino a ottenere un impasto omogeneo.

Trasferiscilo sul piano di lavoro, appiattiscilo leggermente e mettici sopra le mandorle. Piega l’impasto sulle mandorle e lavora ancora fino a ottenere un composto omogeneo.

Dividi l’impasto in 5 pezzi, forma con ciascuno un filoncino di 4 cm di larghezza, 2-3 cm di spessore e 15 cm di lunghezza. Disponi i filoni, ben distanziati fra loro, sulla placca foderata con un foglio di carta da forno e cuocili in forno già caldo a 180° per 25-30 minuti.

Sforna i filoncinii e lasciali intiepidire. Tagliali a fettine di circa 2 cm di spessore in senso diagonale e inforna nuovamente i biscotti per altri 5 minuti per farli diventare croccanti. Lasciali raffreddare completamente e conservali in scatole di latta.

Ti potrebbe interessare anche: Biscotti rosa di Reims

Ti potrebbe interessare anche: Biscotti savoiardi fatti in casa

E anche: Biscotti da colazione (petit beurre)