Gnocchetti sardi al ragù (malloreddus)

Gnocchetti-sardi-al-ragù-(malloreddus)-ricetta-parliamo-di-cucina

Gli gnocchetti sardi al ragù sono un primo ricco e gustoso, ottimo anche come piatto unico. In realtà non si tratta di veri e proprio gnocchetti ma di un formato di pasta tipico della Sardegna, dove vengono chiamati malloreddus.

 

Nella regione di origine si consuma anche la versione fresca, con i malloreddus preparati al momento con farina di semola e acqua e poi passati su un apposito attrezzo rigagnocchi che conferisce la caratteristica forma scanalata. Gli gnocchetti sardi si gustano anche con tantissime varianti: il ragù si può fare con carne di agnello, di pesce, di frutti di mare, ecc. Altra versione classica: ricotta, zafferano e pepe, spolverizzati con abbondante pecorino.

 

Per 4 persone

320 g di gnocchetti sardi (malloreddus)

650 g di pomodori da sugo, oppure 400 g di polpa di pomodoro già pronta

1 carota + 1 costa di sedano + 1 cipolla + 1 spicchio d’aglio

1 foglia di alloro + 1 rametto di rosmarino + 1 spicchio d’aglio

200 g di carne macinata di maiale

100 g di carne macinata di manzo

1,5 dl di vino bianco secco + zucchero

100 g di salsiccia sarda

40 g di pecorino sardo

olio extravergine di oliva

sale e pepe

 

1. Lavate e incidete con un taglio a croce i pomodori, tuffateli in acqua bollente, sgocciolateli, spellateli, divideteli a metà, eliminate i semi e tagliateli a dadini. Lavate, spuntate e spellate la carota; lavate il sedano; spellate e lavate la cipolla, poi tritate tutte queste verdure insieme con lo spicchio d’aglio spellato e rosolatele a fiamma bassa in un’ampia padella con un filo d’olio per circa 20 minuti, bagnando di tanto in tanto le verdure con 1 cucchiaiata di acqua o brodo vegetale caldo.

2. Unite la carne macinata e la salsiccia spellata e sgranata, la foglia di alloro e gli aghetti del rosmarino tritati e rosolate a fuoco medio per circa 10 minuti. Irrorate con il vino bianco e lasciate evaporare. Aggiungete i pomodori preparati e 1 pizzico di zucchero, abbassate la fiamma, coprite e cuocete il ragù a fuoco molto basso per almeno 2 ore, mescolando e unendo poca acqua o brodo caldo di tanto in tanto. Regolate di sale e pepe e spegnete.

3. Intanto, portate a ebollizione abbondante acqua in una pentola, salatela e cuocete gli gnocchetti sardi per il tempo indicato sulla confezione. Sgocciolateli al dente, tenendo da parte un po’ d’acqua di cottura, e trasferiteli nella padella con il sugo, sotto la quale avrete riacceso il fuoco. Unite 2-3 cucchiai di acqua di cottura e fate insaporire, mescolando per 1 minuto. Suddividete gli gnocchetti sardi al ragù nei piatti e serviteli spolverizzati con il pecorino grattugiato al momento.

 

 

(immagine:jonoandjules.com)

Gnocchetti sardi al ragù (malloreddus) ultima modidfica: 2014-05-27T15:15:32+00:00 da Marilena Bergamaschi